mercoledì 31 ottobre 2007

l'australia

per sgombrare il campo da dubbi, premetto che io non sono esattamente uno di quelli che corrono in soccorso degli zingari quando qualcuno minaccia di farli sgomberare. né, mi pare, ho mai intonato peana in onore dei salvataggi dei relitti colmi di emigranti effettuati al largo delle acque territoriali.

nondimeno, qui e ora formulo la seguente asserzione: l’immigrazione è una risorsa per un paese.

gli stati uniti d’america, come tutti sanno, sono il paese più potente del mondo grazie ai signori chang, o’grady, esposito e vasquez. noi abbiamo portato anche i corleonesi, si dice. argomento debole. non mi ci metto neanche.

l’altro giorno mi è accaduto di dover sentire mio fratello che tesseva lodi sperticate dell’australia.

l’australia, dico. il paese più stronzo del mondo.

dunque, l’australia è il sesto paese al mondo per estensione: 7.686.850 km2 . venticinque volte l’italia. la sua densità di popolazione è 2,6 abitanti per km2. per densità si trova al 228 posto su 236 paesi. dietro ci sono la mongolia, il sahara occidentale, le falkland, pitcairn (popolata solo dai discendenti degli ammutinati del bounty) la groenlandia e le svalbard.

uno dice urca con tutto quello spazio c’è posto per tutti.

infatti andare a vivere in australia è facilissimo.
se hai meno di 45 anni (altrimenti non puoi andare a vivere in australia) e per qualche motivo non hai nessuno che garantisce per te, devi dimostrare di saperti mantenere, devi avere un lavoro, devi dimostrare di poter fare quel lavoro (che deve essere incluso nell’apposito elenco governativo) anche in australia. soddisfatte queste condizioni, puoi fare domanda. la domanda verrà valutata. e ti faranno sapere.

ora, sapete bene, babbini, che l’australia è stata colonizzata che non è molto tempo dagli inglesi, alcuni dei quali sono stati mandati laggiù perché troppo pericolosi per stare in inghilterra, mentre gli altri, quelli che potevano circolare a piede libero, hanno pensato bene di sterminare tutta la popolazione autoctona.

gli australiani sono ignoranti, arroganti e bifolchi. non hanno mai espresso niente. non sono nessuno. anche oggi, che sono pieni di ricchezze, non di distinguono nella ricerca, nell’innovazione, nell’arte, nella cultura.

sono zero. l’australia è zero. il suo peso politico è zero.

dovrebbero regalarle, le loro terre. regalare le concessioni a tutti quelli che si presentano.
dovrebbero diventare una nazione, invece di restare un covo di piduisti analfabeti.

fottuta australia.

16 commenti:

lobotomica: ha detto...

ahahahahahah ben detto! :)

Diegone ha detto...

ho letto un'orrenda sparata da skin-head. Basta andare su wikipedia per rendersi conto di cosa si sta parlando. Tutti i popoli hanno avuto una storia simile a quella australiana: hai giustamente parlato dell'america, colonizzata anch'essa da inglesi a nord e da ispanici a sud. La dichiarazione di indipendenza statunitense risale allo stesso periodo di colonizzazione australiana. Stiamo parlando di fatti avvenuti più di 200 anni fa, e non dell'immigrazione italiana del dopoguerra.
Hai mischiato immigrazione di oggi con colonizzazioni di ieri, un bel calderone per sottolineare la tua teoria razzista senza fondamento. L'australiano non esiste, è un popolo formato da razze diverse, indigeni con asiatici, inglesi con africani. Certo, è possibile l'immigrazione, si è venuto a creare uno dei popoli più floridi della terra: però è importante poter trovare una variabile discriminante.
Perchè le scelte governative delle amministrazioni si riflettono sullo stato sociale del popolo: invece di parlare di densità, perchè non parli di benessere? non necessaramente la bassa densità crea benessere o viceversa. è la scelta di sorveglianza governativa, in tutti i campi, a creare un buono strato sociale - e non sto parlando di comunismo, ovviamente. E vorrei essere chiaro con te anche su un secondo punto: la tua visione lassista, adottata anche dal nostro governo, non sta dando i frutti sperati. La solidarietà verso gli immigranti, adottata a fini di promozione politica dai nostri politici, sta creando confusione e caos.
il caos è uno dei metodi migliori per permettere ad un governo trafficone di farsi bello con soluzioni da adottare per pacificare le folle, al fine di creare nuova credibilità.
Ci sono governi che se ne fregano delle soluzioni politiche e centrano il punto eliminando il problema alla radice. Entra solo chi viene per lavorare e creare benessere. Per me è giusto così, non ne faccio certo una questione razziale.

lobotomica: ha detto...

diegone, fammi capire: uno che è favorevole all'immigrazione sarebbe skin-head e razzista?

Dig ha detto...

non mi pare che abbia scritto che è solo favorevole all'immigrazione e punto. o no?
cito:
"gli australiani sono ignoranti, arroganti e bifolchi. non hanno mai espresso niente. non sono nessuno.
sono zero. l’australia è zero. il suo peso politico è zero.
dovrebbero diventare una nazione, invece di restare un covo di piduisti analfabeti.
fottuta australia".
come ti sembra? carino?

Dig ha detto...

anzi, ben detto, come dici tu!

Lpam - Ufficio P.R. ha detto...

Si vede che non ci hai mai vissuto ! Bella l'Italia invece, vero ? Dove tutti fanno quello che vogliono e se ne fregano della legge (che fa acqua da tutte le parti) e dove c'è il menefreghismo più totale, dove l'unico pensiero in vigore è inventarsi qualcosa per evadere qualsiasi cosa, dove entrano cani e porci e ci si lamenta senza fare niente, dove io e te ci insultiamo per questo o quel politico ma andiamo comunque a votare credendo di essere "liberi di decidere", dove non esiste (al giorno d'oggi) lavoro per chi ha 20 anni di esperienza e non si sa cosa sia il lavoro via internet, dove la metà dello stipendio lo regali al governo che li butta via chiedendoti altre tasse, dove se hai le "giuste" amicizie sei libero di fregare anche un tuo familiare... Bella l'Italia. Molto ! Lady italo_Australiana

pim ha detto...

sono d'accordo con te. l'italia è un paese di merda, e si vive abbastanza di merda. sono arciconvinto che in australia si viva meglio. sarebbe assurdo il contrario.

Anonimo ha detto...

Kalgoorlie 1934

Anonimo ha detto...

ma tu, in Australia, ci sei mai stato? solo per sapere.

Anonimo ha detto...

Capisco che in Italia non si viva cosi' bene... Ma tu ci sei stato in Australia? Io ci vivo e secondo me questo paese fa schifo. Una prova? La continua svalutazione del Dollaro Australiano che sembra come una valuta da paese povero al momento, il che rende le mie vacanze all'estero esageratamente costose. E poi c'e' poca arte a parte quella di Sydney e Melbourne. Basta preconcetti per favore! Smettiamola!

Anonimo ha detto...

Oops! Sono quello che ha scritto il commento precedente! :) Chiedo scusa, mi unisco parzialmente alle parole di critica per l'Australia anche se non in maniera cosi' estrema... Volevo aggiungere: in Australia sono anche enormi razzisti nel dare visti. Ma chi si credono di essere questi ex-convicts? :)))))))))))

Anonimo ha detto...

Io ci lavoro e con gli Australiani ho a che fare tutti i giorni.
Confermo: sono un popolo di Merda!
Venire per credere.
Bifolchi, rozzi, razzisti, sporchi, scansafatiche ed ubriaconi.

Anonimo ha detto...

Sono d'accordo col precedente anonimo! Sono dei gran razzisti rozzissimi e ignorantoni. Australiani andate a cagare!

Anonimo ha detto...

un grande deserto, abitanti che fanno i razzisti anche con gli originali occupanti dell'isola da millenni (gli aborigeni), che gran paese di merda questa australia!

pim ha detto...

beh, direi che una volta tanto ho avuto ragione.

Anonimo ha detto...

Bravo ben detto!!