martedì 11 novembre 2008

dei mondi sconosciuti

ho ricevuto un invito a cena con mio figlio.

il tiepido orgoglio di far parte della mensa ha lasciato presto spazio ad emozioni sinistre.

la novità della serata è emersa rapidamente quando ho mosso l'occhio in direzione della tivù. chi prendeva le decisioni aveva stabilito di puntare sul varietà del sabato sera di rai uno.

io me li ricordo, i varietà del primo canale, quelli in bianco e nero. mi ricordo che i miei il sabato uscivano a cena e venivano i nonni. la nonna cucinava terribili tortellini confezionati. il nonno giocava con noi. a volte anche la nonna. erano sempre allegri. mio nonno paterno, proprio come il suo omologo materno, era uno a cui andava bene tutto, ciò che rappresenta una qualità preziosa e una vetta.

il varietà di rai uno si chiama volami nel cuore. un titolo volgare. è condotto da pupo, accompagnato da uno spigliato bambino con seri problemi di peso.

ho colto, durante il pasto, le seguenti performances:
l'ospite pippo franco e il bambino grasso che cantavano "mi scappa la pipì papà" (voto 10)
la celebre lambada, eseguita in playback dagli originali incisori del disco (voto 10)
una riproposizione delle più famose canzoni del film "grease" (voto 10)
una riproposizione di alcune scenette dal film "mary poppins" (voto 10)

il momento per me più significativo è stato quando ho visto la ragazzina quindicenne, la figlia di famiglia, farsi sempre più vicina allo schermo e palpitare vistosamente. le ho chiesto allora la ragione di tale turbamento. mi ha risposto che di lì a poco sarebbe arrivata l'ospite che attendeva con impazienza e che lei ammira più di ogni altra.
si tratta di certa anna tatangelo.
ho detto che non la conosco. la tavola tutta ha subito un leggero smottamento. non mi hanno creduto. mi hanno spiegato che è una cantante e che è la fidanzata di gigi d'alessio.
gigi d'alessio lo conosco.
la ragazzina mi ha spiegato che lei e le sue amiche sono delle fans sfegatate della tatangelo e che ci sono ragazze come loro che la seguono ovunque, in tutti i concerti, perfino in svizzera. che ci sono dei forum in cui si scambiano le rispettive opinioni e si danno le une con le altre tutte le informazioni sugli spostamenti, le uscite dei dischi, i mormorii, le indiscrezioni e così via.

4 commenti:

W.B. ha detto...

Mi stupisco molto del fatto che tu non conosca la Maestra cantante e musicista Anna Tatangelo.
La sua fotografia, in posa leonino-pecorina atta a rammostrare l'incavo di modesti seni pur artificialmente innalzati, ha campeggiato su numerosissimi manifesti pubblicitari, promuoventi il suo concerto-evento tenutosi a Milano qualche tempo fa, al quale purtroppo non ho potuto partecipare.

pim ha detto...

non ho visto la fotografia leonpecorina e non sapevo del concerto. appena sentito il nome e cognome pensavo si trattasse della moglie del briatore, ma mi sono stato zitto per non fare brutte figure.

briatur ha detto...

anche la moglie di briatore ha più volte prestato il suo corpo per pose leonpecorine. credo che sia prerogativa delle donne che desiderano arrivare ad avere un certo status.

br1 ha detto...

Come Minghi anche la Tatangelo arriverà presto al rango di "maestro".