mercoledì 5 settembre 2007

saw II

certo che bisogna essere dei deficienti per fare un film come saw II.
avrei dovuto immaginarlo, ma il primo saw aveva qualcosa di interessante.
così, ieri sera l’ho visto.
quella mammoletta del nanni nazionale se la prendeva con harry pioggia di sangue, che invece non è affatto un brutto film, anzi. saw II è invece un film pessimo. nefando, mefitico e banale. pieno di luoghi comuni (il poliziotto aggressivo con la mano al pistolone / il cattivo mite e sereno; i poliziotti ottusi / il cattivo intelligente; il cattivo coi messaggi, il cattivo col Messaggio, il cattivo moralista, il buono con la macchia, il finale lugubre, lo scontro generazionale, il team col bravo negro, la mignotta, il ragazzino, il forzuto, il viscido, la povera scema), traboccante di inutilità, ammiccante, ripetitivo.
mentre vediamo e ascoltiamo il cattivo che placidamente ci sussurra quant’è importante la vita, osserviamo quello che si spara nell’occhio, quella che si tuffa in un vascone colmo di siringhe sanguinose e infette, quello che si taglia via col coltellaccio un pezzo di collo, quella che infila le mani in mezzo ai vetri e vi rimane impigliata per sempre, quello che uccide il compagno a mazzate chiodate sul cranio, quello che entra nel forno e viene arso vivo e infine quello che sega la testa all’altro.
un filmone, insomma.
e quel che è peggio, siccome sono un vecchio trombone, è che mi immagino torme di ragazzini che si trovano la sera per rivederlo e apprezzarne le scene più violente, che ne parlano a scuola con eccitazione e che indossano la maglietta che sicuramente il merchandising avrà confezionato. tutte cose che mi rompono ancora di più i coglioni.

p.s. per ferzan. non ti preoccupare, le tue fate ignoranti restano saldamente al primo posto. inarrivabili.

3 commenti:

simone ha detto...

Anche io avevo considerato il primo Saw un buon film. Era chiaro che bissare sarebbe stata un'impresa. Per precisazione, immagino che quel genere di merda in celluloide viene divorata anche dagli occhi di "ragazzini ormai attempati" che stravedono per lo splatter e simili.

Conosco gente che ha definito "Hostel" (prodotto dall'amato Tarantino) un capolavoro del cinema...

Ciao,
Simone.

Anonimo ha detto...

Non entro nel merito del film che non ho visto e di cui non apprezzo il genere, ma i commenti parasociologici quelli no...
Non puoi essere invecchiato così tanto!
E poi, in fondo, anche il cacciatore sbudellava il lupo cattivo e tirava fuori dalle sue viscere sanguinolente e maleodoranti la nonna e cappuccetto rosso
AM

pim ha detto...

infatti. il sangue va bene fino ai sei anni. poi è dannoso.