giovedì 10 aprile 2008

perde

il diligente conformismo che informa di sé la cosiddetta blogosfera prevede, tra i numerosi obblighi, che si parli male del candidato premier berlusconi.

io, più che parlarne male, vorrei dare testimonianza di luminosa chiaroveggenza e verità.

devo dire che, per quanto mi riguarda, una volta tolto di mezzo il Grande Ritardato, mi va bene chiunque (ho scoperto con un certo sgomento che non c'è programma di partito con il quale non mi trovi d'accordo almeno su un punto).

pertanto nell'ultimo mese ho dribblato con destrezza tutte le trasmissioni televisive con i candidati alle elezioni politiche. fino a stamattina, quando ho visto berlusconi ospite di omnibus la7.

non ho resistito che 10 minuti. però sono bastati per farmi capire.

perderà. incredibilmente, perderà.

se poi, gia che c'è, si toglie dalle palle anche dalla presidenza della Squadra, ci fa cosa gradita.

6 commenti:

Anonimo ha detto...

A parte il fatto che conosciamo tutti l'effetto delle tue previsioni, che puntualmente non si verificano...

Io cominicio a credere veramente che tutta la campagna del beneamato sia stata indirizzata verso lo scopo di venire sconfitto, a partire dall'inno.

pim ha detto...

se ce la fa è perché si vota troppo presto. se si votasse a maggio non avrebbe alcuna speranza. basterebbero ancora due settimane di esternazioni e sarebbe fatta.
mi ricorda, il PdL, quale partiton clientelare, il buon vecchio PSDI, dei compianti Longo, Cariglia & Nicolazzi (e G.F. Schietroma, mitico).
certo l'inno è fantastico, ma anche i pagliacci di corte del PD in bianco e nero non sono male.

Anonimo ha detto...

non avrei voluto dire "te l'avevo detto"

pim ha detto...

la mia sfera si è offuscata :)

W.B. ha detto...

Per favore, potresti cortesemente profetizzare - con un post ad hoc - che l'Inter vincerà lo scudetto? Grazie.

pim ha detto...

ebbene io vi dico: L'INTER VINCERA' LO SCUDETTO.