sabato 21 novembre 2015

le canzoni salvano la vita


dimmi che anche tu abbracci l'armadio
che anche tu appoggi la faccia sullo stipite della porta
che anche tu non riesci a dormire
dimmi che anche tu invochi
dimmi che anche tu cadi per terra e ti fai male
dimmi che anche tu continui a sperare, nonostante tutto. che a un certo punto non ci credevi più, poi hai cominciato a crederci ancora e quando hai cominciato ti hanno accoltellato.
dimmi che lo sai che sei un sacco di merda e che le tue parole e le tue azioni non salveranno nessuno.

sinfonia otto. primo movimento. furtwängler.

5 commenti:

Unknown ha detto...

Dimmi anche tu che io ti leggo

Arianna Righini ha detto...

Solo noi possiamo salvarci senza mai smettere di credere nonostante tutto...siamo fatti di diverse verità. ..Non ne esiste una sola...noi siamo incoerenti,incostanti,amabilmente odiosi,fragili,folli,ma comunque amiamo...e una parte di cuore rimane ferita anche dentro il mio stesso corpo

Arianna Righini ha detto...

Solo noi possiamo salvarci senza mai smettere di credere nonostante tutto...siamo fatti di diverse verità. ..Non ne esiste una sola...noi siamo incoerenti,incostanti,amabilmente odiosi,fragili,folli,ma comunque amiamo...e una parte di cuore rimane ferita anche dentro il mio stesso corpo

Arianna Righini ha detto...

Dimmi anche tu che io ti leggo

W.B. ha detto...

Colgo una frazioncina di ipocrisia, che, seppur minuscola, sporca il quadro complessivo. Pulizia, pulizia. Lo dice un ipocrita di professione. Ti voglio bene.